martedì 30 agosto 2011

Ed è già nostalgia...

Rieccomi! Sono già tornata da un po' di giorni e, sistemate le cose fondamentali, sono qui a scrivere con nostalgia delle nostre vacanze avventurose e romantiche. Bella davvero l'Alsazia, piena di fiori, angoli caratteristici, case a graticcio ferme al Medioevo, colori pastello, ceramiche , vino, cicogne...! Siamo rimasti estasiati da questa piccola regione francese così piacevole da attraversare! Avevamo in mente un percorso ben preciso che da Mulhouse arrivava fino a Strasburgo e lo abbiamo rispettato, facendo brevi trasferimenti per non stancare i bambini. L'Alsazia è piccola e in una settimana avevamo già fatto le tappe principali. Il tempo è stato un po' monello ma noi non ci siamo scoraggiati e , sperando in un cambiamento, ci siamo poi fiondati in Normandia, sulle spiagge dello sbarco, a farci assalire dai ricordi di alcuni anni prima, quando l'avevamo visitata la prima volta! Ed è arrivato il sole finalmente, sempre accompagnato da una bella brezza : è il tipo di mare che piace a me, con spiagge semivuote e il vento che ti da sollievo dai raggi del sole! L'unico problema...eravamo noi! Noi, inteso come numero di esseri umani stipati in un camper che , per quanto spazioso, ci obbligava a stare un po' troppo a stretto contatto! Così il grande comincia col litigare con il terzo che ha morsicato il quarto che ha fatto la pipì sul letto della seconda che non smette di raccontare cose al babbo che si sfoga con la mamma che non insegna niente ai SUOI figli...ecc.ecc.ecc. E mentre qualcheduno finiva smaltato con la faccia sul finestrino o si trovava l'alluce di qualcuno su per il naso,il tutto condito da urla e pianti, nel camper a fianco capitava magari di vedere una coppietta di ultrasessantenni mangiare composti uno di fronte all'altro nel completo e assoluto SILENZIO! Abbiamo tenuto duro, e non ci lamentiamo mai delle nostre vacanze, sebbene spesso rasentino l'avventuroso e l'assurdo per molti aspetti, specialmente ora che siamo in sei in un camper da sette (per chi se ne intende,significa: WC pieno subito;  se organizzi il giorno doccia l'acqua la finisci tutta; tutti i giorni fa la dinette/disfa la dinette; se piove...non ne parliamo!; se uno soffre di gas intestinali...non ne parliamo!; e coi bambini piccoli il corridoio diventa spesso una pista per le macchinine!) Quello che mi porto a casa, i ricordi di quei luoghi, le scoperte, le risate , la natura, i cibi, le case...tutto mi ripaga a pieno della "fatica"di questa stretta convivenza.Ho fatto moltissime foto, ma cercherò di non annoiarvi, mostrandovi quelle che rappresentano meglio ogni luogo che tratterò. Oggi vi presento L'Ecomuseo alsaziano, vicino a Mulhouse, dove viene presentata l'Alsazia di una volta, tradizionale, con case portate appositamente da vari paesi, smontate e ricostruite; un paesello con le sue viuzze , le sue botteghe, la scuola, il castello,il lago , il cimitero, la stazione dei treni, animali, orti, giardini, gente in costume tradizionale (come una donna che tira un asino o un uomo che munge la mucca fuori dalla stalla) e naturalmente...souvenirs alla fine della visita.





Abbiamo concluso la visita con una bella traversata del fiumiciattolo che attraversa il museo all'aperto,tra salici piangenti, mulini ad acqua, e strani uccelli che ci guardavano perplessi.
E' un posto consigliato a chi piace la tradizione, le cose di un tempo e specialmente gli angolini pittoreschi da cartolina.
Arrivederci al prossimo  appuntamento coi luoghi dell'Alsazia!



4 commenti :

tri mamma ha detto...

Che bello!!! (e intanto mi domando se riuscirò mai a convicere papàbarba a fare una vacanza del genere!) aspetto impaziente il seguito! ciao

Mikela ha detto...

Che bello, a me piacerebbe molto visitare questi luoghi, ma ancora i lunghi viaggi ci spaventano con la bambina piccola. Per lo stretto contatto ti capisco, noi siamo 5 e un cane in una roulotte da 5 che in realtá prima era da 4...

A volte penso che quando finalmente saremo come quelle coppiette di anziani che viaggiano soli.... Ci annoieremo pure ;)))

Mimì O ha detto...

@tri mamma:Se barbapapà non ha l'indole della vacanza in movimento, non so se lo convincerai mai...ma non demordere(usa il potere femminile;))))
@Mikela:hai ragione sulla noia...ma vorrei tanto provarla per un po'!!!!!

Ale ha detto...

Posto bellissimo! Il caos che hai descritto mi ricorda la mia infanzia in roulotte anche noi in 6... peccato che fossimo fermi sempre nello stesso camping!!!